La casa in collina: una guerra tutta interiore

Scritto negli immediatamente successivi alla guerra – tra il settembre del 1947 e il febbraio del 1948 – La casa in collina di Cesare Pavese offre una prospettiva diversa, solipsistica e tutta intima, degli eventi dell’ultima fase della Seconda Guerra Mondiale, della Resistenza e di quella guerra civile che insanguinò il Paese dopo l’8 settembre 1943. Continue reading “La casa in collina: una guerra tutta interiore”

Cartolina da Venezia 75

La 75a Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia è giunta al termine da diversi giorni, ma non sembra essersi affatto placata la veemenza del dibattito che impera fra addetti ai lavori e appassionati sullo stato dell’arte cinematografica stessa. Costretta a fronteggiare criticità poste da nuovi linguaggi e metodi di fruizione che la invitano a reinventarsi e a scendere a compromessi, essa si trova di fronte a continui interrogativi che questo Festival sembra aver moltiplicato più che risolto. Continue reading “Cartolina da Venezia 75”

Maupassant: un vero naturalista?

Il nostro più gran tormento nella vita proviene dal fatto che siamo soli e tutte le nostre azioni e i nostri sforzi tendono a farci fuggire da questa solitudine.” Così si esprimeva Maupassant, celebre autore francese, a proposito della vita, e in particolare della sua vita: scapolo incallito, il suo legame morboso con la madre, Laure de Maupassant, lo allontanò da qualsiasi storia d’amore a lungo termine, e quindi dal matrimonio, che considerava come “uno scambio di cattivi umori di giorno e di cattivi odori di notte. Continue reading “Maupassant: un vero naturalista?”

Viaggio nella musica per ritrovare l’equilibrio: intervista ai New Air

L’idea di intervistare i New Air nasce dopo aver ascoltato il loro ultimo EP, “Animae“. In sole quattro tracce mi hanno trasportato in un viaggio interiore tra sprofondi, tormenti e ritorni in superficie, accompagnato dall’eccezionale Virgilio delle loro sonorità, che come Giano guardano contemporaneamente in avanti e all’indietro, tra passato e futuro. La prima domanda che avrei voluto porre loro era “Come avete fatto?”, ma una volta constatata la scarsa professionalità della cosa ho rinunciato, con l’obiettivo di far capire attraverso le loro stesse parole chi siano i New Air, che cosa facciano e perché chiunque ami la musica dovrebbe tenerli particolarmente d’occhio. Continue reading “Viaggio nella musica per ritrovare l’equilibrio: intervista ai New Air”