Tag: Italia

Incontro con dei giovani eritrei in viaggio verso l’Inghilterra

Mio padre è quel che si suol dire un pendolare, cioè una persona che prende il treno tutti i giorni per arrivare al lavoro. In una torrida giornata di luglio, mentre era in treno per raggiungere Liegi, i suoi occhi hanno incrociato lo sguardo di quattro giovani migranti intenti a dirigersi in fondo al treno per nascondersi dal controllore. Qualche decina di minuti più tardi, mentre il controllore tornava dal portello nel quale si erano nascosti i giovani, mio padre lo vide tirar fuori il suo telefono; volendo evitare che il controllore avvisasse la polizia della ferrovia, mio padre pagò i biglietti dei quattro migranti a patto che il controllore chiudesse la sua chiamata.

Continue reading “Incontro con dei giovani eritrei in viaggio verso l’Inghilterra”

Ministro, perché quella faccetta nera?

Se dovessimo andare a pensare ad un motivetto o una canzone emblema del ventennio fascista del Bel Paese, la prima cosa che ci ritroveremmo a canticchiare sarebbe la celeberrima melodia di Faccetta Nera. Neanche a pensare, proprio a canticchiare. Dite quello che volete, è un motivetto che prende. Continue reading “Ministro, perché quella faccetta nera?”

Il razzismo è una cosa seria

“Non credo ci sia un allarme razzismo, si sta usando questo argomento perché chi vuole sentirsi di sinistra, e non lo è più, lo usa per accusare Matteo Salvini di essere di estrema destra”. Queste sono state le parole di Luigi Di Maio, vicepresidente del consiglio dei ministri, in risposta ai recenti episodi di razzismo e al comportamento non esattamente istituzionale del Ministro dell’Interno.

Continue reading “Il razzismo è una cosa seria”

Sì, anche i figli degli immigrati vanno in palestra

Quando avevo poco più di sedici anni iniziai ad andare in palestra (tranquilli, la pigrizia mi fece smettere pochi mesi dopo) e una volta la mia ex vicina di casa, vedendomi uscire con il borsone, chiese a mia madre dove stessi andando. Questa signora poco più che quarantenne rimase sorpresa dalla risposta tanto da sentire il bisogno  di dire a suo marito, credendo di non essere sentita: “Hai visto? ora anche i figli degli stranieri vanno in palestra!’’. Pochi mesi fa presi un “pacchetto massaggi” per la festa della Mamma e mia madre si sentì dire dai colleghi: “Ecco, ora anche gli immigrati vanno dall’estetista”. Continue reading “Sì, anche i figli degli immigrati vanno in palestra”