Tag: Francia

I giochi pericolosi piacciono a tutti: Italia e Francia?

L’ultima volta che la Francia ha richiamato il proprio ambasciatore è datata 1940, all’inizio della Seconda Guerra Mondiale, quando il Regno d’Italia entrò in guerra contro la Francia, consegnando la dichiarazione all’allora ambasciatore André François-Poncet. Continue reading “I giochi pericolosi piacciono a tutti: Italia e Francia?”

La regina Margot: un omaggio a Chéreau

Patrice Chéreau (1944-2013) non è molto noto al pubblico italiano ma in Francia il teatro e il cinema l’hanno visto protagonista agguerrito del palco come del set.

Amava l’eccesso, Brecht sotto l’occhio del melodramma, aveva un’ossessione cromatica per il nero, un’attrazione fortissima per la mimica vibrante tesa a rendere l’attore un fascio di nervi, una corda di violino o una bestia.

Continue reading “La regina Margot: un omaggio a Chéreau”

L’eredità delle vecchie colonie

Quando la Francia calcistica si concesse un grande exploit con le vittorie in fila del Mondiale nel ’98 (in casa) ed Europeo ’00, entrambe con squadre fortemente multietniche, tutti sembrarono dimenticarsi del passato coloniale del paese e degli attriti sociali. Zinedine Zidane la notte della finale del ’98 poté vedere la sua faccia proiettata sull’arco di trionfo di Parigi; un algerino su quello che è forse il simbolo più rappresentativo della grandeur francese. L’idillio però dura poco. Continue reading “L’eredità delle vecchie colonie”

Macron e riforme: chiudiamo le porte alle università?

Da quando il presidente Macron ha preso in mano il paese le riforme che sono state applicate sono state tante: da una parte possiamo notare un governo attivo e pronto a riformare il paese, che non si addormenta su poltrone senza attuare politiche che possono essere considerate necessarie, ma allo stesso tempo il vento liberista non sta portando le migliori soluzioni che uno stato come la Francia sperava.

Continue reading “Macron e riforme: chiudiamo le porte alle università?”

Il Divin Marchese

La sua opera è una miniera per artisti, antropologi, psicanalisti, criminologi e libertini. Ha mostrato al mondo e alla Francia il lato oscuro del desiderio e della Rivoluzione. Ha ricreato la visione della sessualità come dominazione e schiavitù, portato il discorso morale dei philosophes del Settecento all’estremo ma soprattutto in negativo. Negava Dio, la società, la morale. Vedeva nell’uomo una versione raffinata della mostruosità, della bestia. Continue reading “Il Divin Marchese”