Tag: Exnovo

Suti

2000px-Flag_of_Portugal.svg
Mi hai insegnato a vedere,
a scagliare lo sguardo oltremare.
Mi hai insegnato a sentire,
ad accarezzare l’esistenza
esternando ciascuna emozione .
Mi hai insegnato a leggere,
a sfogliare le persone
come fossero pagine bianche.
Alla fine ti sei ridotto ad un niente,
disseminato nell’aria, libero e solo,
ti ho visto camminare lentamente,
con un volto di bronzo e gli occhi di un colore solo,
colmi di nulla.
Alla fine dinnanzi a un mondo indifferente
non sei riuscito a sopportare ciò che ti ha sostenuto ,
il peso imminente
di vedere, di sentire e di leggere,
come se non avessi mai vissuto.

Suti

280px-Flag_of_Italy.svg

Ensinaste-me a ver,
a olhar além-mar.
Ensinaste-me a sentir,
a apreciar a existência sem engolir as emoções.
Ensinaste-me a ler,
a admirar as pessoas como se fossem um mapa sem indicações,
sem ruas o sem um sentido.
No fim reduziste-te em ar livre, sozinho ,
a caminhar com cara de bronze e olhos cheios de nada.
No fim, perante um mundo indiferente
não conseguiste aguentar
o ver, o sentir e o ler,
como se nunca tivesses vivido.

Teresa Lo Greco

Colmare

Un cappotto morto sull’appendiabiti,
rimane questo della notte.
Le sue tasche piene di tabacco e
tutto quel che serve per girare una sigaretta.
Le chiavi di casa, il portafogli
il vuoto tentato di colmare dalle mani.
Lì non esiste nessuna cerniera adibita
su di un percorso di denti avvicendati,
un rumore di strappo che protegga la lacuna
la mancanza è una costante fatica.
Le dita cercano, tendono il tessuto
vorrebbero che si squarci,
per poter andare oltre.
Cosa cerco dietro le tasche rimane
appeso a fissarmi sul gancio, di notte.
Le prominenze rosa
lambiscono il poliestere
e vorrei fosse la tua bocca,
le vette della nostalgia
cercano te ogni volta,
e a volte è una magia,
come una mano calda
che da dentro mi tocca. Continue reading “Colmare”