Tag: Cinema

Abbiamo ancora bisogno degli autori?

Sul cinema rimangono ancora delle nubi di incertezza quando si tratta di verificare se il pubblico ne sia effettivamente stato plasmato e colpito, se ne abbia inteso le potenzialità.

Da quanto si è visto, il cinema è ancora posseduto da teorici, artigiani, tecnici, intellettuali ed industriali, il cui obiettivo è quello di piegare l’immagine in movimento alle loro ideologie, i loro messaggi a certe narrative specifiche. Continue reading “Abbiamo ancora bisogno degli autori?”

L’Insostenibile leggerezza della Berlinale

Dal 9 al 19 febbraio si è tenuta la 67esima edizione della Berlinale, il festival internazionale del cinema che si svolge ogni anno nella capitale tedesca. Una delle manifestazioni cinematografiche più importanti del mondo. Ma quanto costerà un biglietto? Sarà come a Venezia o peggio, come a Cannes, dove è impossibile per il pubblico accedere a una proiezione? Vi basti sapere che per la prima di “Trainspotting 2” al Berlinale Palast, cioè la sede principale del festival, il biglietto costava 14 euro. A questo punto è ovvio, ci sono andato.

Continue reading “L’Insostenibile leggerezza della Berlinale”

Chiamami col tuo nome ovvero il trionfo del lezioso

Quando si tratta di recensire dei film nominati agli Oscar si è sempre in tempo. Per questo ci si è voluti soffermare sull’ultimo film di Guadagnino, ispirato dall’omonimo romanzo di André Aciman che proprio in questi giorni sta facendo il botto in libreria.

Continue reading “Chiamami col tuo nome ovvero il trionfo del lezioso”

Tutti quanti voglion fare Jazz

Berlino, Cannes, Venezia. Le ultime edizioni dei maggiori festival europei si sono aperte con tre film che vivono di jazz, rispettivamente “Django”, “Cafè Society” e “La La Land”. “Django” racconta la storia dell’incredibile musicista Django Reinhardt, “La La Land” è in teoria un film incentrato sulla musica jazz (si sottolinea in teoria), mentre “Cafè Society” è di Woody Allen, che fa di questo genere musicale parte integrante e necessaria del suo cinema.

Continue reading “Tutti quanti voglion fare Jazz”

I fantasmi della Sicilia

Aprile 2017. Charles Tesson, direttore della “Semaine de la Critique” di Cannes, annuncia che ad aprire la Semaine sarà “Sicilian Ghost Story”, la prima volta per un film italiano. Tesson lo definisce “un incredibile film, incrocio di generi diversi, che combina sguardo politico, fantasia e storia d’amore, con potente maestria”.

Continue reading “I fantasmi della Sicilia”