Tag: Cinema

45 anni: storia d’amore e segreti

Se pensiamo ad un cinema delle relazioni casalinghe ci tornano alla mente delle coppie, i loro ricordi degli anni passati insieme, case curate con amore. Tutto meticolosamente pulito, ordinato e pronto a cedere per una rivelazione, un fantasma del passato o estranei che entrano a sconvolgere solidi equilibri.

Continue reading “45 anni: storia d’amore e segreti”

The Mule – Il corriere: il ritorno di Clint

The Sinaloa Cartel’s 90-years-old Mule¹ era troppo curioso e succulento come articolo per non destare l’attenzione di Hollywood. La penna di Sam Dolnick del New York Times aveva attirato i produttori dell’Imperative Entertainment sul soggetto, tanto che Nick Schenk era stato subito contattato per la sceneggiatura e Ruben Fleischer per la regia. Continue reading “The Mule – Il corriere: il ritorno di Clint”

Il problema dello script

Per chi studia e fa cinema è difficilissimo distaccarsi dai modelli anglosassoni sul piano teorico come su quello tecnico. La sceneggiatura precede l’immagine come struttura del film, non come aggiunta eventuale alla narrazione visiva.

Pochissimi registi partono da disegni, figure o luoghi rappresentati su carta, che siano poi da collegare creando una successione logica delle immagini. Continue reading “Il problema dello script”

Dunkirk

Dunkirk

Cosa accadde a Dunkerque (Dunkirk in inglese) tra il 27 maggio e il 4 giugno del 1940? In quei nove giorni vennero evacuati dalle spiagge francesi verso l’Inghilterra circa 338 mila soldati. Semplificando si può dire che grazie a questa ritirata gli Alleati vinsero la guerra. L’operazione Dynamo rappresenta perciò uno degli episodi più significativi e drammatici della Seconda guerra mondiale, tanto da essere ancora molto vivido nella memoria collettiva inglese. Nolan, londinese, ha creato uno dei film più interessanti degli ultimi anni partendo proprio da questo episodio.

Continue reading “Dunkirk”

Annientamento: la paura della metamorfosi

Celebre è il tema della Zona nel cinema di fantascienza: luogo liminale dove il concetto di umanità si sfalda, si deforma in mille arabeschi fino a scomparire e scoprirsi così labilissimo. Il regista Alex Garland (1970) esplora a modo suo questo topos con il film Annientamento (2018), da lui scritto e diretto, distribuito da Netflix.

Continue reading “Annientamento: la paura della metamorfosi”