Tag: Cinema

Internazionale a Ferrara 2018

Dal 5 al 7 Ottobre si è svolta a Ferrara la dodicesima edizione del festival di Internazionale.

“Oltre 215 ospiti, di cui quasi il 50% donne, provenienti da 44 paesi e da 5 continenti, 112 incontri per 250 ore di programmazione. Questi i numeri della dodicesima edizione di Internazionale a Ferrara”, queste le parole di Chiara Nielsen, vicedirettrice di Internazionale.

Continue reading “Internazionale a Ferrara 2018”

Una giostra che gira verso destra

Siamo nel 2018, quasi 2019, e in Europa il caos comincia sempre di più a prendere una forma: le ombre della paura, dell’odio e del nazionalismo stanno di nuovo tornando come una tempesta e chi potrebbe contrastarla si ritrova senza parafulmini. Nulla di nuovo, la storia ci insegna che quando il malcontento si propaga tra le persone si è più suscettibili a bere qualsiasi bugia affinché si risolva la situazione: il nemico comune, il capro espiatorio si è rivelato nei secoli della storia umana come una perfetta leva per tirare verso di sé tutte le approvazioni necessarie, ottenendo un controllo senza una forza di opposizione in grado di contrastarlo.

Todd Strasser nel suo romanzo “L’onda” ci aveva visto lungo. Grazie anche al regista Die Welle con il suo film tratto dal romanzo omonimo, nel 2008 si è potuta ammirare una storia che è entrata a far parte dei Cult della cinematografia mondiale. Continue reading “Una giostra che gira verso destra”

Il ritorno di Noé: Climax di sangue e furore

Lo si ama o lo si odia: Gaspar Noé non fa sconti a nessuno, specialmente quando si tratta di creare il delirio totale in immagini.

Love, il suo penultimo film, poteva essere accusato di fissità, lentezza e di debolezza ritmica ma fin dal preambolo la sua nuova opera Climax parte da tutt’altre premesse. Si trovano innanzitutto la neve, l’isolamento, il sangue, la parodia della Gymnopédie I di Erik Satie, le urla disperate di una ragazza. Continue reading “Il ritorno di Noé: Climax di sangue e furore”

Cartolina da Venezia 75

La 75a Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia è giunta al termine da diversi giorni, ma non sembra essersi affatto placata la veemenza del dibattito che impera fra addetti ai lavori e appassionati sullo stato dell’arte cinematografica stessa. Costretta a fronteggiare criticità poste da nuovi linguaggi e metodi di fruizione che la invitano a reinventarsi e a scendere a compromessi, essa si trova di fronte a continui interrogativi che questo Festival sembra aver moltiplicato più che risolto. Continue reading “Cartolina da Venezia 75”

Venezia 75 (parte 2 di 2)

Dal 29 agosto al 9 settembre si è tenuta la 75esima Mostra del Cinema di Venezia, come l’anno scorso mi sono lanciato nell’esperienza delirante di file interminabili, ore di sonno perse per assistere a proiezioni alle 8 di mattina e confusione mentale derivata dalla visione di una media di 3 film al giorno.

Come per l’anno scorso, doverosa premessa: per alcuni titoli mi avvarrò della parola “caruccio” secondo la definizione data da Zerocalcare: “Caruccio vordì che te lo scarichi e te lo guardi a casa invece de buttà 7 euri”, buona lettura.

Continue reading “Venezia 75 (parte 2 di 2)”