Tag: Brexit

Twelve days of Brexit

Mentre i negozi e le strade si riempiono di addobbi e il clima natalizio comincia a ricoprire ogni tipo di attività, nel Regno Unito le luci colorate ad intermittenza sugli alberi di festa sembrano quasi rappresentare un countdown finale per la decisione sul piano di uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, esacerbando il clima di tensione che si sta respirando all’interno della House of Commons. L’intero accordo dovrà essere votato l’11 Dicembre. Ora, dopo più di due anni di discussioni e dibattiti, sarebbe anche interessante capire in che modo si è arrivati ad un accordo e cosa si prevede accadrà nei prossimi anni tra il blocco europeo e il Regno di Sua Maestà.

Prima di tutto, si ragiona sui costi “ovvero i soldi che Londra dovrà versare nelle casse comunitarie nei prossimi anni, per far fronte agli impegni già presi a livello comunitario fino al 2020 e ad altri costi legati alla permanenza per quasi mezzo secolo nell’UE, come ad esempio le pensioni da pagare agli ex funzionari europei di nazionalità britannica. In tutto, le stime parlano di un conto che si aggira sui 45-50 miliardi di euro, da versare tra il 2019 e il 2064 (anche se la parte più consistente andrà pagata entro il 2025).” (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale) Continue reading “Twelve days of Brexit”

May Day

Il 23 Giugno 2016 la popolazione del Regno Unito veniva chiamata alle urne da un referendum volto a decidere il futuro del Paese all’interno dell’Unione Europea. La scelta, al tempo, era apparsa relativamente semplice: Remain o Leave. Prendere o lasciare, dentro o fuori. Un giudizio limpido e definitivo sull’UE e un pensiero al futuro dell’isola di Sua Maestà.

Continue reading “May Day”

Brexit: What Britain leaving the EU could mean for British and European archaeology

download (1)download

 

The result of the 2016 Brexit referendum came as a shock for many, while others saw it more as a wake-up call. Voices were being raised that the EU would have to work on its concept and it also became increasingly obvious that other EU-countries were also struggling with Euroscepticism in politics and among its people. So far, it does not look like the EU is facing mass-egression, but it remains to be seen how negotiations between Britain and the EU will conclude. For now, there is no concrete information on this, but the different parts that now have to disentangle offer some sort of prognosis as to how and if there can still be a form of cooperation after Brexit. One of the fields which will be hit very hard by Brexit is archaeology. As a cultural science, it is a discipline based on many different other sciences such as anthropology, geology, biology, or chemistry and physics, and is traditionally dependent on cultural exchange and international funding.

Continue reading “Brexit: What Britain leaving the EU could mean for British and European archaeology”

Brexit: le ripercussioni che l’uscita del Regno Unito dall’UE potrebbe avere sull’archeologia europea e britannica

download (1)2000px-Flag_of_the_United_Kingdom.svg

 

Il risultato del referendum sulla Brexit del 20 giugno 2016 è stato per molti versi uno shock, ma allo stesso tempo ha lanciato un segnale importante. L’esito ha rimarcato il fatto che c’è ancora molto da lavorare sull’Unione Europea e che altri paesi membri si dovranno confrontare con movimenti euroscettici in maniera analoga. Per il momento non si prevede un’uscita a catena dall’UE, ma resta ancora da vedere come andranno i negoziati della Brexit e come saranno i rapporti tra il Regno Unito e l’Unione Europea in seguito. Nonostante per ora non sia stato reso noto niente di concreto, è possibile immaginare cosa potrebbe cambiare e in che misura in futuro la collaborazione tra i vari paesi sarà ancora possibile. Uno dei settori che sarà più duramente colpito dalla Brexit è quello dell’archeologia. Questa disciplina può essere inclusa nei cosiddetti studi di tipo culturale, ma è strettamente collegata ad altre scienze quali antropologia, geologia, biologia, chimica e fisica e tradizionalmente dipende dallo scambio interculturale e dalla ricerca internazionale.

Continue reading “Brexit: le ripercussioni che l’uscita del Regno Unito dall’UE potrebbe avere sull’archeologia europea e britannica”

Brexit: Mögliche Auswirkungen des Austritts Großbritanniens aus der EU auf die europäische und britische Archäologie

download2000px-Flag_of_the_United_Kingdom.svg

 

Das Resultat des Brexit-Referendums vom 20. Juni 2016 ist für viele ein Schock und für manche ein Weckruf gewesen. Stimmen wurden laut an dem Konzept der EU müsse gearbeitet werden und deutlich wurde auch, dass andere EU-Länder ebenfalls mit euroskeptischen Stimmen innerhalb ihrer Politik und Bevölkerungen zu kämpfen haben. Bisher sieht es nicht nach einem Massenaustritt aus der EU aus, es bleibt abzuwarten wie die Verhandlungen zwischen Großbritannien und der Europäischen Union ausfallen, und wie die Beziehungen hinterher aussehen werden. Zu diesem Zeitpunkt ist noch nicht allzu viel konkretes bekannt, doch die unterschiedlichen Zweige, die sich jetzt entwirren müssen, geben Prognosen dazu ab was sich ändern wird und ob beziehungsweise in welchem Ausmaß weiterhin zusammengearbeitet werden kann. Ein Feld, welches schwer vom Brexit getroffen werden wird, ist die Archäologie. Als Kulturwissenschaft ist sie eine Disziplin die sich aus verschiedenen anderen Wissenschaften, wie etwa Anthropologie, Geologie, Biologie oder Chemie und Physik zusammensetzt und traditionell auf den kulturellen Austausch und internationale Förderung angewiesen ist.

Continue reading “Brexit: Mögliche Auswirkungen des Austritts Großbritanniens aus der EU auf die europäische und britische Archäologie”