Statuto

Art. 1 – Dichiarazione d’intenti

La disillusione nasce come punto d’incontro di menti creative, delle quali intende raccogliere e riunire le idee e creare una cassa di risonanza che permetta di diffonderle.
Diversamente da delusione, che ha valore più soggettivo, e indica il sentimento doloroso o comunque spiacevole di chi scopre a un tratto una realtà diversa dalle sue speranze o dalla sua aspettativa, la disillusione ha valore più oggettivo, indicando la cessazione, anche non traumatica, della possibilità di illudersi.[1]

La disillusione ha accompagnato fin dalla prima giovinezza i membri di questa generazione, della quale questo progetto vuole essere manifesto.

La disillusione è l’agnosticismo della speranza.

 Art. 2 – Diritti

Gli autori possono esprimersi in massima libertà, sia per quanto riguarda lo stile che i temi trattati.

Ogni autore ha diritto di veder pubblicato il suo articolo e riconosciuti i propri diritti d’autore: le eventuali modifiche apportate agli articoli potranno riguardare unicamente l’ortografia e la sintassi; mai verranno modificate le idee espresse a meno che esse non contraddicano esplicitamente le leggi del buon senso, della convivenza civile o un articolo dello Statuto.

Nessun autore può essere espulso dalla redazione, eccezion fatta per casi eccezionali di palese incompatibilità con le leggi del buon senso, della convivenza civile o di esplicita violazione dei principi dello Statuto.

Art. 3 – Doveri  

Ogni autore è tenuto a presentare almeno un contenuto a settimana, salvo eventuali comunicazioni.

Ogni articolo dovrà essere salvato in bozze o inviato a uno dei correttori con almeno un giorno di anticipo dal momento di pubblicazione stabilito.

Art. 4 – Correttezza  

Diritto e dovere di ogni autore è la coerenza e la correttezza nei confronti del progetto.

In caso di mancata possibilità di scrivere l’articolo, è necessario comunicare la propria defezione con due giorni di preavviso, in modo tale che la redazione possa adattarsi di conseguenza.

Ogni autore è libero di abbandonare la redazione in base alle proprie necessità o volontà: sarà comunque necessario in tal caso garantire due settimane di preavviso, con i conseguenti due articoli prestabiliti nel suddetto arco di tempo, in modo tale che la redazione possa adattarsi di conseguenza.

Art. 5 – Struttura

La redazione ha una struttura orizzontale.

Tutti i membri della redazione hanno eguale importanza, eguali diritti ed eguali doveri.

L’incarico di revisionare gli articoli proposti prima della loro pubblicazione sarà affidato ai tre membri fondatori, i quali si assumono la responsabilità del progetto senza tuttavia ricoprire incarichi dirigenziali né arrogarsi maggiori diritti o minori doveri.

Art. 6 – Sezioni

Gli articoli pubblicati verranno suddivisi in sezioni in modo da rendere il sito più dinamico e funzionale.

Ogni autore potrà scrivere liberamente nella sezione che più lo aggrada senza vincoli d’alcun tipo.

Art. 7 – Assemblee 

Non è stabilità una data fissa né una scadenza massima per la convocazione delle riunioni di redazione. Ogni membro della redazione ha la possibilità di richiedere un’assemblea nel momento in cui lo riterrà opportuno.

Art. 8 – Foto e copyright

È preferibile che ogni articolo sia corredato da almeno una foto. Sarà onere dell’autore procurarsene una che si addica al contenuto e allo stile dell’articolo.

Le foto pubblicate dovranno rispettare i diritti d’autore sulle immagini: l’autore dell’articolo dovrà assicurarsi che l’immagine sia riproducibile liberamente e non soggetta a copyright. È altresì prevista la possibilità d’inserire foto realizzate dall’autore stesso dell’articolo o di acquistarne altre da terzi in base a eventuali volontà e disponibilità.

Art. 9 – Componente economica  

Ogni autore è tenuto a versare una quota annuale di euro 10.

Ogni autore è altresì libero di aggiungere alla suddetta quota ulteriori fondi atti a finanziare la sponsorizzazione del progetto nella sua totalità o i singoli articoli in base alle indicazioni dell’autore stesso.

Il progetto nasce autofinanziato e in un primo momento non prevede retribuzione per gli articoli pubblicati. In caso di eventuali futuri introiti sarà necessario apportare modifiche allo Statuto per l’utilizzo.

Art. 10 – Riforme 

Lo Statuto potrà essere riformato in base alle proposte di ogni autore, previa votazione a maggioranza assoluta della redazione.

[1] voce “disillusione” in Enciclopedia online Treccani, http://www.treccani.it/vocabolario/disillusione/