Categoria: Rubriche

Gli occhi di cemento

Gli occhi di questa storia non sono ovviamente i miei, ma più passa il tempo e più mi rendo conto di quanto sia importante captare ciò che gli occhi dei tuoi amici hanno ormai chiaro in mente.
In particolare modo, ciò che i tuoi amici adesso conoscono, e che tu non hai nemmeno la possibilità di immaginare.
M.C. è prima di tutto un amico, che ha deciso di raccontarci in poche righe cosa può voler dire veramente, avere il cemento davanti.
La sua è stata una missione, una sfida con se stesso, unesperienza formativa che lhanno portato a stare nei Territori Occupati Palestinesi (come definisce lui stesso) per circa tre mesi.

Continue reading “Gli occhi di cemento”

Disability Pride, combattiamo le barriere (mentali)

Siamo nel 2018, tra bandiere arcobaleno e Flash Mob in piazza, anche questo week end l’Italia ha voluto ricordare quanto l’inclusione e la lotta alle disuguaglianze sia una tematica attuale ed importante.

Continue reading “Disability Pride, combattiamo le barriere (mentali)”

Goal Rivoluzionari

Da due settimane si stanno svolgendo, in Russia, i Mondiali di Calcio seguiti con entusiasmo da tutta la popolazione del globo. Effettivamente, questa ricorrenza, per i più grandi interessati e non solo, avviene una volta ogni quattro anni, dove le squadre nazionali si sfidano a colpi di girone.

Continue reading “Goal Rivoluzionari”

Anche noi (studenti) abbiamo una “carta” che ci difende

Sono rimasta del tutto basita quando tra i miei colleghi ho nominato Lo statuto degli studentie sono stata vista come una costituzionalista ai tempi del 1948.
Non pensavo che i miei compagni non  avessero minimamente idea che esiste una carta, che ha valore giuridico e che è pronta a difenderci. Continue reading “Anche noi (studenti) abbiamo una “carta” che ci difende”

L’Irlanda ha detto Sì

Sembra ancora surreale che nel 2018 vi siano articoli su articoli (come questo d’altronde), pronti ad elogiare l’enorme passo in avanti che ha fatto l’Irlanda.
Per quanto però possa essere scontato, e per quanto in Italia queste battaglie le abbiamo fatte  nel ’78 (anche se gli obiettori di coscienza sono circa il 69,6% tra i ginecologi) il passo che ha fatto l’Irlanda ha un’importanza storica enorme.

Continue reading “L’Irlanda ha detto Sì”