Categoria: Approfondimenti

Autopromozione senza vergogna per una causa più alta

2000px-Flag_of_the_United_Kingdom.svg

 

Allora, pochi giorni fa stavo provando a farmi un bel selfie ed è finita con 14 mie foto, finché non ho deciso che sembravo peggiore in ogni foto che seguiva e questo mi ha fatto pensare. Quanto terribile è il fatto che proviamo così tanto a tentare di sembrare belli in una foto che solitamente neanche finisce con l’essere simile a noi, così che riteniamo accettabile postarla sui social media. Perché? Beh, per impressionare le altre persone che crediamo siano migliori perché anche loro scattano 20 foto e postano quella perfetta, facendo credere allo stesso modo agli altri di essere semplicemente perfetti in quel modo. Continue reading “Autopromozione senza vergogna per una causa più alta”

I Griffin, Mozart e altro

Il decimo episodio dell’undicesima stagione de “I Griffin”, intitolato “Brian’s Play” nella versione originale, si focalizza – come accade più volte all’interno della serie – sulla figura del cane antropomorfo Brian e sull’intenso e complesso rapporto che lo lega a Stewie, il piccolo di casa Griffin dalle prodigiose abilità intellettuali. Brian, che da anni coltiva il sogno di divenire un acclamato autore, scrive una pièce che a Quahog – la fittizia cittadina in cui vive la famiglia Griffin – riscuote un successo notevole. Finalmente, Brian si sente realizzato: perviene alla felice impressione di essersi concretizzato, volendo impiegare una locuzione ben nota ai più. Una sera, dopo aver trascorso il proprio tempo in un locale ad arieggiarsi con alcuni giovani esponenti del panorama intellettuale di Quahog, Brian torna a casa e sul divano del soggiorno nota un blocco dattiloscritto. Si tratta di “American Marriage”, la pièce scritta da Stewie intorno alla quale il piccolo vorrebbe ricevere l’opinione dell’ormai affermato Brian. Il cane, alquanto brillo, la raccoglie e comincia a leggerla. Subentra, in sottofondo, l’allegro moderato della sinfonia n.29 di Mozart. La musica, entusiasmante nel suo lieve, armonioso, brillante librarsi, accompagna le reazioni che vanno dipingendosi sul volto di Brian: gli occhi del cane non riescono a contenere l’assorto stupore, la commozione irrefrenabile, la livida invidia. Scorre le pagine del copione senza sosta, l’una dopo l’altra: non riesce a separarsene. Conclusa la lettura, Brian, vinto, abbandona le pagine del dattiloscritto lasciando che si spargano sul pavimento. Lo sconforto più limpido e nero lo ha ormai rapito. È stato trafitto dal fendente della disperazione che atterra chiunque, in questa società, si senta irrimediabilmente derubato del proprio io, in questo contesto inteso come la sede delle ambizioni. Più avanti, nel corso della puntata, sarà lo stesso Brian a confessarlo a Stewie: capire (e carpire) di non poter essere, almeno in relazione a uno spazio circoscritto, lo scrittore ha rappresentato per lui un’esperienza terribile, pressappoco nullificante. Continue reading “I Griffin, Mozart e altro”

Internazionale a Ferrara 2018

Dal 5 al 7 Ottobre si è svolta a Ferrara la dodicesima edizione del festival di Internazionale.

“Oltre 215 ospiti, di cui quasi il 50% donne, provenienti da 44 paesi e da 5 continenti, 112 incontri per 250 ore di programmazione. Questi i numeri della dodicesima edizione di Internazionale a Ferrara”, queste le parole di Chiara Nielsen, vicedirettrice di Internazionale.

Continue reading “Internazionale a Ferrara 2018”

May Day

Il 23 Giugno 2016 la popolazione del Regno Unito veniva chiamata alle urne da un referendum volto a decidere il futuro del Paese all’interno dell’Unione Europea. La scelta, al tempo, era apparsa relativamente semplice: Remain o Leave. Prendere o lasciare, dentro o fuori. Un giudizio limpido e definitivo sull’UE e un pensiero al futuro dell’isola di Sua Maestà.

Continue reading “May Day”

Non avrai altra ideologia al di fuori di quella del Partito Comunista

La Cina si appresta a divenire la più grande potenza del panorama mondiale o almeno questo sembra essere il futuro di un paese che ha investito miliardi e grandi quantità di forza-lavoro nel più grande progetto della storia contemporanea ovvero la “Nuova Via della Seta”. La costruzione di autostrade, porti e nuove linee ferroviarie ridisegnano le vie commerciali mondiali, il territorio cinese diverrà un punto di incontro tra l’Europa, l’Asia Minore, l’Africa e l’Oceania. La sua grande influenza e il fatto di essere membro permanente del “Un Security Council”, però, protegge questo enorme paese dalle critiche pubbliche. La Cina, nonostante si presenti come un paese progressista e con una mano sempre volta al futuro, è in realtà uno stato pieno di ombre. Un paese che utilizza mezzi di repressione ed è pronto a violare ogni diritto umano pur di raggiungere il proprio obiettivo. Le istituzioni cinesi e l’apparato del partito Comunista non lasciano trapelare alcuna informazione scomoda, come il numero di persone a cui è stata assegnata la pena di morte, il numero di detenuti nelle carceri e soprattutto ciò che riguarda i campi di rieducazione politica e la campagna contro il terrorismo nella regione autonoma dello Xinjiang.

Continue reading “Non avrai altra ideologia al di fuori di quella del Partito Comunista”