Per leggere il prologo di questo articolo CLICCA QUI.

Ahhhh l’estate! Tempo di sole, di mare, di nuove love stories… E per “acchiappare” il partner ideale ognuno sfodera il meglio di sé: c’è quello che sa fare benissimo le parole crociate, il re dei racchetoni, l’uomo spritz e birra, ma una buona percentuale di uomini punta per fare colpo sul fisico. Bicipiti enormi allenati con costanza nell’inverno, pettorali che stanno per esplodere e così via. Per ottenere questo fisico marmoreo una buona parte degli avventori delle palestre non disdegna qualche aiutino. Basta digitare su google parole chiave molto semplici in italiano e in inglese per aprire siti come wikistero.com e similari i quali propinano una serie infinita di sostanze per migliorare la crescita muscolare, consigli su come usare e dove comprare definendo atleti quelli che francamente dovrebbero essere definiti drogati. Bazzicando le palestra da anni ne ho sentite di tutti i colori tra uno squat e un affondo. Ogni persona che frequenti una palestra da più di due anni si sente in grado – se non in dovere – di consigliare agli altri come è meglio “farsi”. Quindi sto parlando con te, super pompato. Mi senti?

Andiamo con ordine: di steroidi anabolizzanti non bisognerebbe più parlarne nel 2019 secondo me, eppure, amico, ti vedo che stai pensando di usarli. Vorresti usarli poiché garantiscono una rapida e massiccia ipertrofia. Il problema? La nostra ipofisi si accorge della presenza dell’ormone esogeno e tramite meccanismi di feedback smette di produrre fisiologicamente ormoni con il rischio che una volta alterato il normale equilibrio questo non torni mai più come prima. Ogni ormone nel nostro corpo svolge più di una funzione anche a bassissime concentrazioni  e minare un equilibrio del genere equivale a buttare la bomba atomica nel centro di Roma ed aspettarsi che dopo un mese l’equilibrio si ristabilisca da solo. Se pensi di fare un ciclo di steroidi sappi che sicuramente le conseguenze saranno oligospermia, atrofia testicolare, se non impotenza e sterilità permanente. Inoltre, purtroppo, la tua ipofisi potrebbe smettere di funzionare per sempre e tu potresti aver bisogno di una terapia sostitutiva ormonale. Quindi, amico, hai appena rimorchiato perché sembri The Rock ma sei impotente… Bel guaio eh..

Però tu mi dirai… “Adesso per bilanciare gli steroidi posso usare la gonadotropina corionica umana“, ovvero l’ormone della gravidanza. La ginnasta Nadia Comăneci ha vinto diverse olimpiadi da incinta (poi è stata costretta a abortire) grazie a questo ormone che aumenta la forza e non si trova nei test antidoping. Hai proprio ragione, amico! Peccato che a un certo punto ti troverai ad avere uno splendido seno, proprio bello quando vuoi allattare un bambino.

E così, caro mio, potremmo continuare a parlare per ore. Tu mi parleresti degli inibitori delle miostatine, quindi io ti dovrei dire che ancora non c’è nessun farmaco in grado di inibirle e quindi probabilmente stai acquistando acqua fresca, e così via all’infinito, fino a quando non tirerai fuori in tuo pezzo forte: gli amminoacidi. Perché tu non sei uno di quei pompati ignoranti, eh no! Tu sei diverso! Utilizzi solo un supplemento proteico… Solo quello. Il problema è che gli amminoacidi che prendi sono molti di più di quanti il tuo corpo necessiti e per buttarli via fai lavorare i tuoi reni a tremila. Sono sicura che se ti facessi delle analisi del sangue avresti un azotemia altissima, una clearence della creatinina sballata e magari un piccolo accumulo di acido urico. Delle analisi del sangue tutto sommato ok, tutto sommato ok per una persona di 86 anni con insufficienza renale, il cui rene e organismo tirerà per altri 4-5 anni massimo. Tu, caro mio, a trent’anni dovresti sperare che il tuo rene funzioni per altri 50. Ma non può farlo se continui a spingere l’acceleratore a duemila. Quindi a cinquanta/sessanta anni sarai in dialisi oppure magari avrai un trapianto di rene vivendo quel poco che ti resta da immunosopresso. Ma infondo per essere braccio di ferro ne vale la pena, o no?

Eleonora Ciocca

Rispondi