Chiedere per un amico

 

1000px-Flag_of_the_United_Kingdom_(3-5).svg

Allora, ho questo amico e abbiamo delle conversazioni di tanto in tanto ma questa volta è stata più intensa di qualsiasi altra volta. Si è aperto completamente perché ha detto “Sono giunto ad un punto in cui è necessario che io vada ad un livello a cui non sono mai arrivato prima e richiede che io parli della mia storia personale, accettando chi sono ed entrando in ciò che posso diventare”. Questa è stata quasi una storiella e poiché io credo che ci siano persone che hanno bisogno di leggerla la sto condividendo col mondo. Per semplificare la lettura, chiamiamolo Steve. Lui assomiglia ad uno Steve.

Quindi, Steve ha detto di sentire spesso dire che lui è una persona felice felice felice come se prendesse droghe ogni mattina solo per sorridere tutto il giorno, oltre a “è facile per lui da dire, ha una vita felice”. E così via.

Quando Steve era giovane era un atleta. Ha praticato molti sport, ognuno per pochi mesi prima di annoiarsi e passare oltre. Solo uno è durato qualche anno ed è stato il Judo, nel quale ha anche preso una medaglia di bronzo. Questo significa in realtà che c’erano solamente tre persone nella sua categoria. Due di loro lo hanno preso a calci e Steve è finito col bronzo. Era orgoglioso. Ha provato il calcio, il basket e il kickboxing ma niente lo faceva stare bene. Voleva fare scherma da quando ha memoria ma quando ne ha avuto la possibilità, suo padre ha detto che sarebbe stato stupido e lui ha abbandonato. I genitori di Steve non hanno mai davvero saputo come dargli supporto emotivo e un legame di qualità e ogni volta che tirava fuori l’argomento sentiva cose come “Non sei affamato, non vai in giro con abiti stracciati e hai un tetto sopra la testa! Di cosa ti lamenti?”. A quel tempo pensava avessero ragione, di cosa si lamentava? Oggi Steve capisce che lo dicevano solo per compensare la loro mancanza di capacità di essere genitori migliori. Steve realizza che questo potrebbe suonare viziato a questo punto perché non c’è stata così tanta violenza domestica (dico “così tanta” perché è cresciuto in un periodo in cui colpire i propri figli era in uso) ma sa che hanno fatto il meglio che potevano, puoi incolparli? Per la mancanza di migliore conoscenza Steve si è rivolto ai videogiochi e al cibo per conforto scivolando lentamente nel circolo vizioso del Ciccio Bastardo di Austin Powers, “mangio perché sono infelice e sono infelice perché mangio”. Certamente continuava a dirsi che semplicemente amava il cibo e anche se questa non era una bugia, era solo la punta dell’iceberg. Poiché è diventato ciccione, Steve ha perso la sua autostima ed è stato conseguentemente sfortunato in amore. Sì, oh il dramma nella vita amorosa di una dipendente dalle caccole, mangiatore di unghie all’inizio della sua adolescenza. Tragico. È riuscito a trovare un sano sfogo per il suo disagio emotivo ed è stato la poesia. Steve ha iniziato a scrivere poesie che, ha spudoratamente ammesso, erano buone, soprattutto per un ragazzo così giovane. Ha scritto un po’ di poesie prima di arrivare ad un’età in cui la poesia era “stupida”. Poi Steve ha iniziato a sfogarsi in modi meno sani. Ha detto di aver realizzato ora perché le cose brutte accadono sempre alle persone negative e perché le cose buone accadono sempre a persone positive. Grazie alle aspettative. Le persone positive si aspettano che accadano loro cose buone così accadono. Bene, Steve non era una persona positiva così le cose buone non accadevano a lui. Si aspettava cose brutte e il peggio accadeva, più lui se le aspettava. Era una spirale verso il basso che ora sa dipendeva dalle sue scelte. Era mentalmente in un brutto posto dal momento in cui aveva iniziato il liceo. Steve ha passato 8 anni nella scuola primaria costruendo una zona sicura intorno a lui, ed ora era sul punto di essere trascinato via in un posto completamente nuovo con persone più vecchie. Steve aveva una paura fottuta. Ironicamente, a quel tempo Steve aveva acquisito un ruolo di ragazzo divertente e la maggioranza delle persone ha bevuto la storiella. Onestamente, Steve stesso si è bevuto la storiella allora. Aveva un sorriso sulla faccia e sempre un asso nella manica ma non era in un buon posto. Non lasciava andare il cibo per conforto ma ora era qualche volta deriso per essere paffuto quindi semplicemente continuava ad alimentare la brace. Ha iniziato a fumare erba e qui non vogliamo entrare nel merito della discussione se sia una buona cosa o meno ma Steve la usava per bloccare i suoi problemi e scappare e questo non è certamente un buon uso. Di nuovo, il circolo vizioso. C’è stato anche un momento in cui Steve credeva che il dolore fisico fosse più semplice da superare che il dolore mentale quindi ha avuto alcuni sfoghi più oscuri di cui dice non essere orgoglioso ma che sono ormai parte di lui. Ha detto che la maggior parte sono riusciti a scomparire ma mi ha anche mostrato alcune cicatrici che sono rimaste. Rabbrividisco a ricordare. Il liceo è stato anche il periodo in cui ha iniziato a bere. C’era un luogo nella sua città in cui era relativamente facile entrare dopo l’orario di chiusura, così Steve e i suoi amici si ubriacavano ogni fine settimana senza comprare mai alcol. Ho già detto che Steve fumava in quel periodo? Certamente lo faceva. Tutti i suoi amici fumavano e lui voleva davvero adattarsi, eppure non doveva sforzarsi tanto. Ciò che prendevano era sempre alcol e sigarette fino ad un particolare incidente. Steve e i suoi amici era riusciti ad entrare in un posto che non vendeva alcol e avevano rubato qualcosa dal magazzino. “È stata la cosa più stupida che io abbia mai fatto!” Steve commenta e anche se non sono mai stati beccati, lui restituì tutto ciò che aveva preso in circa due settimana perché la sua coscienza lo tormentava.

Steve aveva realizzato di dover ottenere dei voti per finire la scuola, avrebbe dovuto smettere di fumare erba poiché questa aveva un enorme impatto sulla sua produttività. Non l’aveva mai comprata da solo quindi c’era sempre questo amico asociale con cui era davvero difficile entrare in relazione. Si godeva la compagnia e Steve si divertiva a fumare gratis. A quel tempo fumavano due volte al giorno perché il loro corpo aveva sviluppato una sorta di naturale resistenza. Così ha smesso di fumare erba e una parte della sua vita ha iniziato a tornare al suo posto. Steve ha lasciato l’erba per alcuni anni poi ha fumato un paio di volte durante gli anni dell’università ma ha realizzato che si trattava di ricreazione, non è mai stata di suo gusto. Ha tenuto il cibo e i videogiochi comunque. A quel punto Steve si è accorto che avrebbe potuto avere alcuni interessi che i suoi amici non condividevano e che non c’era niente di sbagliato nel dedicarsene. Così ha iniziato a suonare la chitarra e altrettanto col pianoforte. Prima di lasciare il liceo, Steve ha avuto la sua prima vera ragazza e ha iniziato ad avere rapporti sessuali. Urrà per Steve.

Una volta finito il liceo è andato nella capitale a studiare perché era “normale” e dal momento che non aveva alcuna idea su cosa volesse fare della sua vita è andato a studiare qualcosa che gli veniva facile e che tutta la sua famiglia faceva. Non aveva mai visto se stesso lavorare in quella professione ma, come hai potuto immaginare fino ad ora, Steve non era un ragazzo che avrebbe riflettuto sulle cose attraverso quel punto nella sua vita. Si trasferì con alcuni amici e la vita è andata avanti. Fortunatamente per lui, i compagni di stanza di Steve giocavano ai videogiochi anche più di lui. Le tastiere erano distrutte e i co-giocatori urlavano. Perché fortunatamente? Perché Steve vedeva quando male potesse andare e iniziò a concentrarsi di più sulla sua vita sociale. La sua relazione era durata quasi tre anni ma Steve crede che sarebbe durata molto meno se entrambi avessero avuto le palle di farla finire prima. A quel tempo, Steve era un adulto che si stava sviluppando. Sicuramente, era paffuto ma rimediava con il fascino. Era una persona piacevole e per persone godevano della sua compagnia. La ragione principale è perché Steve era qualcosa che scherzosamente chiamava “un camaleonte sociale”. Allora pensava fosse una buona capacità ma era solo una deformazione distorta della sua insicurezza e mancanza di autostima per cui desiderava essere amato e accettato. È anche il motivo per cui aveva problemi a dire di no alle cose. In pochi anni un gruppo di amici avevano formato ciò che sorprendentemente ha avuto un buon effetto su Steve. Diversamente da altri gruppi di amici che aveva avuto, questo era un gruppo di amici che erano molto differenti tra loro, e ciò dava la possibilità a Steve di accettare che potesse essere un individuo unico (semplicemente come tutti gli altri) e iniziò a scoprire se stesso più che mai prima. In quel momento della sua vita, Steve non aveva alcun problema con le donne. Si divertiva, e si divertiva spesso. Steve non è mai stato quel tipo di persona che avrebbe sentito che fosse qualcosa di cui vantarsi, qualche volta addirittura si sentiva male poiché ne aveva avuto anche troppe. All’inizio non sapeva perché si sentisse male a riguardo ma ha detto che ora capisce che stava usando le donne per sentire la validità del suo valore perché lui piaceva loro, era più facile credere che forse non fosse così tanto male. Siamo d’accordo che stava cercando attraverso altre persone di trovare qualcosa che avrebbe dovuto cercare in se stesso. Tuttavia, ha detto che quello è stato un periodo in cui si è divertito e da cui ha imparato molto. Ci sono alcune cose per cui ora trovo sciocco si sia imbarazzato come quando non era capace di avere prestazioni sessuali a causa dell’alcol o solo perché ne era così preso che finiva prima di cominciare. Steve e io eravamo d’accordo nel darvi i dettagli ma è arrossito un po’ quando ne abbiamo parlato. È stato durante quella volta in cui Steve aveva incontrato una donna che gli aveva aperto un nuovo mondo. La relazione era durata solo pochi mesi ma è stata quella di maggior qualità finora. Entrambi hanno imparato dall’altro. Lei era più grande e ambiziosa e questo aveva fatto scoppiare in lui la scintilla. Per la prima volta Steve aveva iniziato a pensare che ci sarebbe potuto essere nella vita più di quanto avesse creduto. Dopo quella relazione lei è finita in una situazione discutibile e si è trasferita all’estero. Steve l’aveva vista solo tre volte da allora e dice che non ha niente tranne affettuosi ricordi di lei. Ricorda quando era seduto sul suo letto con gli occhi chiusi. immaginando la stanza di lei solo per andare verso la sua libreria e trovare un buon libro da cui imparare, beh, tutto. Ha trovato a metà strada “La vita e la morte della democrazia” quando ha realizzato che si sentiva spinto in una direzione diversa. La brama di conoscenza e ambizione rimaneva e queste sono le due cose per cui le sarà per sempre grato. “Oh, ricordo solo perché la relazione è finita!” ha detto Steve, arrossendo di nuovo. Era davvero maturo per la sua età, ma non così maturo apparentemente. Ha detto che si era convinto che fosse innamorato di una delle sue amiche più care e ha chiuso la relazione. Com’è andata la rottura? Meravigliosamente bene. Si sono seduti per un caffè, discutendo di tutto in 15 minuti e poi continuando a parlare e ridere per più di 4 ore. È stato bello ma doloroso. Cosa è successo con la sua amica? Lei ha iniziato ad uscire con un altro amico e Steve è andato avanti. Loro stanno ancora insieme e sono più felici di quanto lei e Steve sarebbero potuti essere. Si domanda se l’ha mai amata o se fosse solo una scusa per uscire da quello che sembrava essere un impegno per la vita. Dice che è sicuro solo al 101% che si trattasse di quest’ultima. Oh beh, questa è la vita.

Steve ha raccontato che si innamorava e disinnamorava relativamente velocemente, perché quando una donna era attratta da lui, lui era immediatamente attratto da lei. “Qualche schifoso meccanismo di difesa per salvarmi dallo stare da solo”. Steve scherzava. Dopo quella relazione ha iniziato a concentrarsi un po’ più sul perché le persone fanno ciò che fanno e perché pensano nel modo in cui pensano. Non aveva fatto molto in quella direzione ma era aperto a cose nuove e differenti. Altre relazioni sono venute e andate via. Alcune più serie, alcune meno ma con tutte Steve è stato più intelligente e ha imparato molto riguardo se stesso. Con ogni relazione ha pensato di più a ciò che voleva, cosa non voleva e alzato i suoi standard. Ha iniziato a fare qualche filantropico lavoro all’estero e a casa perché, inizialmente, pensava sarebbe stato grandioso sul CV, ma presto si è innamorato del dare e fare bene. Sì, pensava molto se gli piacesse farlo per il gusto di fare del bene o perché lo faceva stare bene con se stesso ma più tardi ha deciso che finché ciò stava rendendo il mondo un posto migliore, non sarebbe importato. È andato tutto bene e lui amava il percorso in cui stava fino al punto critico della sua vita. Qualche anno dopo ha incontrato un uomo e una donna che hanno cambiato il suo mondo per sempre. Come si dice “quando lo studente sarà pronto, il maestro apparirà” ed è stato solo pochi giorni dopo che Steve ha smesso di fumare, un vizio che lo aveva seguito negli ultimi 8 anni. Queste due persone hanno distrutto il mondo come lo conosceva. Non in un modo negativo, hanno semplicemente aperto gli occhi di Steve a ciò che era realmente possibile e, sorprendentemente, assolutamente raggiungibile anche per uno che si mangiava le unghie nei suoi vent’anni. Ha detto che ancora prova difficile credere che è cresciuto più nell’anno passato che nei 24 anni che hanno preceduto quell’incontro. Una delle cose più importanti, dice, è stata aver imparato che le persone spesso continuando a scappare da chi sono come lui aveva fatto per anni. Ma solo una volta che ci confrontiamo e lasciamo andare ciò che siamo ed eravamo, possiamo diventare ciò che potremmo essere.

Dice che si rende conto che la sua storia non è davvero triste e traumatica e che ci sono persone le cui vite sono state incomparabilmente peggiori ma queste stesse persone hanno trovato una luce in quella oscurità. D’altro canto, ci sono molte persone con solo una piccola sfumare dell’oscurità di Steve, che non credono che esista la luce. È stato schietto ma mi è piaciuto “Se tu hai un martello, smettila di pretendere che tu abbia un cacciavite e inizia a cercare i chiodi, non le viti. Guarda quali strumenti hai a disposizione e fai il meglio che tu possa fare con quelli o trova strumenti migliori ma smettila di pretendere di avere ciò che non hai. È follia.”

Steve crede che questo è assolutamente cruciale per noi stessi per avere una nostra storia. Se continuiamo a scappare da ciò, ci inseguirà quindi ciò che abbiamo bisogno di fare è un confronto col nostro passato, accettarlo e lasciarlo andare. Ci sono delle cose del mio passare di cui non sono orgoglioso? Certo! Ma non andranno da nessuna parte, no? Quindi fatti forza e scrollati dal petto il fardello (sì, scrollatelo di dosso) e respira a pieni polmoni. Prendendo la responsabilità per qualcosa, puoi anche prendere il potere di cambiarla.

Steve ha detto quando stavamo finendo “Ci sono molte cose del mio passato di cui non sono orgoglioso, alcune nei paragrafi qui sopra, ma non rimpiango nulla perché ogni singola cosa che ho fatto mi ha condotto dove sono ora e ad essere la persona che sono ora. Sono lontano dalla perfezione ma sono orgoglioso del percorso che sto facendo. Sono così fortunato che dalla fine del 2019 ci sarà una classe in un paese del terzo mondo dedicata a me e nei prossimi tre anni ci sarà una scuola che porta il mio nome perché ho deciso di prendere questa strada su cui sto camminando ora. E quando dico qualcosa del genere ad un amico o ad un vicino, lui pensa che io sia pazzo e mi risponde con sorrisi accondiscendenti o scrollando gli occhi. Dopo tutto, chi diavolo sono io per avere tali cose sulla mia strada? Beh, io sono il maestro del mio destino, sono il capitano della mia anima.”

Steve ha detto con un sorriso.

Con amor (proprio),
Steve.

Traduzione di Martina Moscogiuri
Dall’articolo di Nejc Oblak

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: