Usi e proprietà dalla A allo Zenzero

Lo zenzero, che negli ultimi anni ha visto una forte impennata nei consumi e nella commercializzazione, è il rizoma carnoso e densamente ramificato dell’omonima pianta (Zingiber officinale, appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae).
Grazie ai suoi numerosi principi attivi (olio essenziale, gingeroli, shogaoli, resine e mucillagini) lo zenzero è attualmente considerato alla stregua di un alimento miracoloso. La considerazione nei suoi confronti è troppa? Troppo poca? Andiamo alla scoperta dei suoi usi e proprietà e verifichiamolo.

A – Antidolorifico naturale contro i dolori mestruali
Lo zenzero ha funzione antinfiammatoria con effetto simile ai comuni farmaci. Da consumare in tisana o utilizzandolo in polvere come condimento durante i primi giorni di ciclo mestruale.

B – Bevande
Lo zenzero viene utilizzato per la preparazione di numerose bevande, tra cui tisane, infusi e tè, nonché centrifughe e numerosi cocktail.

IMG-20190203-WA0068

C – Circolazione
Lo zenzero incrementa e stimola il flusso sanguigno, aiutando chi soffre di problemi di circolazione.

D – Disturbi gastrici e digestione
Lo zenzero contrasta la formazione di fenomeni fermentativi sia al livello gastrico che al livello intestinale. E’ indicato per problemi di stomaco in genere, quali nausea, difficoltà digestive ed eccesso di fuoco gastrointestinale.

E – Energia
Grazie al suo elevato contenuto di vitamine e minerali, in particolar modo quando è unito ad altri ingredienti come ad esempio il limone, lo zenzero può dare una forte carica di energia.

F – Flora batterica
Lo zenzero aiuta a ripristinare la flora batterica e a mantenerla in buone condizioni.

G – Glicemia
Lo zenzero riduce i livelli di colesterolo cattivo (LDL) contribuendo a mantenere bassi i livelli di glicemia.

H – Herpes
Lo zenzero può anche essere utilizzato per lenire scottature, eruzioni cutanee e herpes: basterà inserire delle fettine di zenzero in un panno di cotone da posizionare sulla parte superiore di una pentola per la cottura a vapore, per circa 10 minuti. Una volta che il panno è tiepido potrete applicarlo sulla zona interessata lasciandolo in posa per 15 minuti circa.

I – Indicazioni contrarie
Un elevato consumo giornaliero di zenzero è sconsigliato alle persone che assumono alcuni tipi di farmaci come gli anticoagulanti e gli antiaggreganti piastrinici, in quanto rischierebbe di potenziarne eccessivamente l’efficacia. Fondamentale è non utilizzare dosi superiori a quelle consigliate: così facendo si potrebbero infatti accusare problemi di tipo gastrointestinale, ottenendo quindi effetti esattamente opposti a quelli desiderati.

L – Limone
Il limone accompagna lo zenzero in numerose preparazioni coadiuvandone l’effetto antinfiammatorio.

M – Muscolatura
L’azione riscaldante dello zenzero, tramite il suo effetto rubefacente che richiama il sangue in superficie, permette di penetrare in profondità e raggiungere le aree dolenti per blocchi muscolari e contratture stimolando la riossigenazione dei tessuti.

N – Nome
La parola deriva dall’estinta lingua medioindiana, nella quale era denominato con l’espressione singivera. Quando la pianta giunse, con i reduci delle campagne asiatiche di Alessandro Magno, prima in Grecia e poi in tutto il Mediterraneo, le varie lingue modificarono il nome originale secondo i propri canoni, il che spiega l’enorme varietà di denominazioni (giusto per fare qualche esempio: gingembre in Francese, ginger in Inglese, imbir lekarski in Polacco, ingwer in Tedesco, gyömbér in Ungherese, shōga in Giapponese).

IMG-20190203-WA0069 

O – Olio essenziale
L’olio essenziale, se inalato, riequilibra le energie che non sono in armonia. Aiuta a risvegliare i sensi sopiti, migliorando la concentrazione e la capacità di discernimento. È inoltre utile per prepararsi a lunghi viaggi, poiché diminuisce l’ansia; è usato come moderatore nelle chinetosi (turbe da movimento passivo come mal d’aria, di mare e d’auto) e contro la nausea dovuta agli ormoni della gestazione, presenti nei primi mesi della gravidanza.
Diluito in un olio vegetale e massaggiato, è invece efficace contro i dolori reumatici, rigidità muscolari, strappi, stiramenti, mal di schiena, mal di testa e cervicale.

P – Proprietà afrodisiache
Aumentando la circolazione sanguigna, e di conseguenza l’afflusso di sangue agli organi, lo zenzero può essere d’aiuto in vista di incontri passionali.

Q – Quantità
Per valorizzare le proprietà dello zenzero è consigliato assumere giornalmente una quantità di radici fresche comprese tra i 10 e i 30 grammi.

R – Raffreddore
Grazie alle sue già più volte citate proprietà antinfiammatorie, lo zenzero è utile per combattere i classici mali di stagione, quali raffreddore, mal di testa e mal di gola, soprattutto se consumato sottoforma di tisana calda.

S- Sushi
Lo zenzero è considerato come un condimento che accompagna il sushi fin dalle origini: in passato veniva utilizzato prevalentemente come antibatterico e antisettico per conservare il pesce; oggi, invece, viene spesso usato al posto del limone e assume la funzione di rinfrescare la bocca e prepararla ad assaporare un tipo di sushi precedentemente assaggiato.

Sushi Rolls With Vassabi On The Plate
T – Tumori
La radice di zenzero è sempre più conosciuta negli ultimi anni come una potente arma contro il cancro, grazie alle sue proprietà anticancerogene di recente scoperta.

U – Ulteriori utilizzi
Oltre agli usi già precedentemente citati, lo zenzero viene inoltre utilizzato in cucina per la preparazione di torte, biscotti, condimenti per pasta e risotti, insalate, vellutate, salse etc.

V – Vitamine
Lo zenzero contiene numerosissime vitamine (B, C, E e J), nonché acqua, carboidrati, proteine e sali minerali.

Z – Zenzero!
In definitiva, le lettere dell’alfabeto sono troppo poche per elencare tutti gli usi e le proprietà dello zenzero. L’unica cosa che possiamo continuare a dire è: consumatelo a volontà!

Francesca Moreschini
Paolo Palladino

SITOGRAFIA:

Post simili

Il derby di Natale: Panettone vs. Pandoro Nelle cene e nei pranzi di Natale, in compagnia di schiere di parenti più o meno tollerati, c’è solo una questione che riesce a tenere banco e a crear...

Rispondi