Tempio

Crei altarini
per Dèi inesistenti,
mani assenti e
piedi vagabondi.
Accendi un cero
per chi se ne è andato,
sebbene il suo corpo
sia ancora al tuo fianco.
Preghiere,
piene di “Resta”,
sussurrati,
urlati
e inascoltati.
Costruisci una nuova religione
per chiunque ami,
chiedendoti poi perché
alla fine si rivelano tutti atei.

Jovana Kuzman

Post simili

Retrospettiva Un'ora di treno, Torno a casa Penso A cos'è stato. La tua mano Mi ha sfiorato E lo serbo Come memoria felice, Un solco scavato. Ho l'impressione Infim...
Volto       Mi alzo e mi guardo allo specchio. Ciò che vedo lo conosci anche tu – occhi, naso, labbra, un sorriso che sa scaldare le anim...
Ah come fuggi signor! Tic-tac! Corrono le lancette ritmiche, rette: oh! come fuggi signor! Tic-toc! E rifletto, rimesto, rovisto, ma oh! come vola il signor! Tac-tic! E r...

One thought on “Tempio”

Rispondi