Alzati e splendi!

2000px-Flag_of_the_United_Kingdom.svg

 

 

Qualche settimana fa ho cenato più tardi del solito, che è un modo carino per dire che mi sono fermato per un panino ad una stazione di servizio sulla strada per casa dall’ufficio alle dieci di sera. Com’è comune per me e le cene a tarda ora, anche questa ha causato strani sogni, ma questa volta mi ha influenzato.

Sono leggermente confuso sui dettagli, ma in qualche modo ero in coma e il sogno è iniziato quando mi sono risvegliato dopo 17 anni. Per qualche ragione, ero stato immediatamente rilasciato dall’ospedale e stavo camminando, incontrando le persone del mio passato.

Era una situazione interessante e ho osservato qualcosa. Certamente, è comprensibile che io non fossi cambiato del tutto a parte nell’aspetto fisico, qualche capello era diventato grigio e qualche altro era semplicemente caduto. Ciò che non era comprensibile era che fosse lo stesso anche per quasi tutti gli altri. I loro corpi erano invecchiati, ma loro continuavano ad affrontare gli stessi banali problemi. Piccole questioni di tutti i giorni che governavano i loro giorni e queste sono le persone che avevano vissuto lo stesso giorno, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, mese dopo mese e anno dopo anno. Mentre questo sembrava essere assurdo all’inizio, ho realizzato che non è così raro come pensavo. Tornando indietro a quando ero ancora all’università, sono riuscito a passare gli esami facendo solo ciò che mi serviva per superarli, saltando le lezioni ora e ancora, lavorando pochi giorni alla settimana e andando a bere ogni fine settimana. E questo ero io. Sei anni sommati in quattro cose. Sicuramente dando un’occhiata più da vicino alcune cose sarebbero state differenti. Ma il contorno rimane lo stesso. Anno dopo anno dopo anno… Orribile. Comunque, mentre ero in quel circolo, l’intera cosa non sembrava così tanto male. Mi divertivo e non avevo veri problemi a parte il mio futuro e le mie finanze, ma alle persone della mia età non piace parlare di queste due cose, così questi due argomenti venivano tranquillamente evitati. Ora che ho trovato un proposito e una direzione nella vita, quegli anni mi sembrano assurdi. È come quell’esempio che ho sentito una volta di una nave che stava lasciando il porto. Aveva bisogno di una destinazione per regolare le vele al vento per raggiungere quella o un’altra destinazione, mentre le altre navi semplicemente lasciavano il porto, avevano le vele alzate per metà e speravano che avrebbero navigato a lungo fino a che non si fossero schiantate, senza mai voler raggiungere alcuna destinazione. Puoi notare quelle navi quando dici “Come va?” e loro dicono “Lo sai, me la cavo”. Che orribile modo di vagare tra le onde.

D’altro canto, tornando al mio sogno, ho visto persone che erano determinate a migliorarsi e raggiungere destinazioni sicure e che in realtà erano differenti rispetto ai 17 anni andati. Erano migliori e disegnavano un sorriso sul mio viso. Qualche volta lo trovo ancora divertente, quando le persone dicono “Sei cambiato” come se fosse una cosa negativa e i loro occhi rigonfi quando rispondo “Grazie” con un sorriso, perché immagino quanto terribile sarebbe se a diciassette anni da ora fossi lo stesso, solo più vecchio.

Quindi, per concludere, mi auguro che più persone scelgano di cambiare direzione nella vita o almeno inizino a farsi un’idea di come la loro vita sembrerà tra 10 o 20 anni. Quando hai questa immagine, raddoppiala. Perché no? Noi buttiamo la stessa quantità di energia pensando a come aiutare una persona o come aiutarne migliaia, perciò vai con quella che accende la tua anima e ti fa sorridere la mattina.

Nejc Oblak
Traduzione di Martina Moscogiuri