Scrivo di te

Scrivo di te
Mi chiederai
perché.
Bene, perché
È come se
Un giorno da niente
Ma senza pecche
Divien speciale,
Come le onde lente
Di notte al mare.
È naturale
Questo sentimento mio
Che sale, sale sale.
Di sogni riempivo
La testa
Come su di un’agenda,
Che traducevo
Per sentirmi vivo
Sotto la pioggia
Accovacciato in tenda.
E vuoi sapere
Il bello di tutto questo?
Il mio parere
È che ottengo emozioni
Senza dare mance e resto,
Fabbrico illusioni
Progetti nati dall’amplesso
Tra me e il buio pesto
Ma ai sognatori
Ciò che non riposa mai
Sono i loro cuori,
Sono certo che lo sai.
Scrivo di te
E penso che
mi citerai di idealismo,
Son colpevole giudice
Ma ora
ti immagino con me,
Ed il mondo è più bello
Di come l’abbia mai visto.

Post simili

Amore d’autunno Quando i capelli Foglie gialle e secche Radi cadranno Quando la pelle Corteccia di quercia Avvizzirà rugosa Quando le ossa Rami adunchi Scricchioler...
Per una barista valenciana Dal tuo bancone che servi Caduca felicità ai clienti, Tra grumi di ubriachi impervi Con in mano il vassoio degli argenti Ma i tuoi occhi son la mia s...
Sotterranea Eccola accumulata l'esistenza Nei vagoni oppressi e illuminati Sui volti che vorrebbero starsene Nella propria personale ombra.   Nel peggiore ...

Rispondi