Amore di sale

Una casa frugale
Semplice
Come un castello di sabbia
In riva al mare

E lasciarsi cullare
Dall’azzurro respiro
Del mai scemo sciabordare

Tra un bacio e una carezza
La languida brezza
Asciuga e accarezza
Le tua pelle di sale
Le tue lacrime più vere
Non di gioia né di dolore
Ma di sincero piacere

Danilo Iannnelli

Post simili

Il lago di Walden Il lago di Walden si esprime in un verde smeraldo, comunica con ghiaccio che scricchiola entusiasmo. Versi scritti su fogli di pensieri alla rinfusa, ...
Residui di un aprile Residui di un aprile Per chi marzo va a cambiare Con le consultazioni, Per chi cui non importa Si lascia fuori porta Ad altre distrazioni. Periodi di...
Suti Mi hai insegnato a vedere, a scagliare lo sguardo oltremare. Mi hai insegnato a sentire, ad accarezzare l'esistenza esternando ciascuna emozione . M...

Rispondi