Tic-tac!
Corrono le lancette
ritmiche, rette:
oh! come fuggi signor!

Tic-toc!
E rifletto, rimesto, rovisto,
ma oh!
come vola il signor!

Tac-tic!
E riempio di fuffa
di 
nulla questo viaggio
Dalla culla alla tomba.

Drin-drin!
Ma ormai è tardi e
sogno, vegliardo
il perduto signor…

 

Danilo Iannelli

Rispondi