Sono bufera oggi

Gioco con il vento su nuvole di estasi. Rimango in equilibrio effimero nell’ oscillare tra cielo e terra.
Nostalgica di campi  fecondi, soddisfo questa sete con pioggia acida – bagno ogni fiore con la mia violenza.
Incerto stato del mio Paradiso, muto con prepotenza il tuo Inferno.

Aspetto – aspetta

La vertigine di questo enigma- il luogo di arresa tra il volo e la caduta.

Cecilia Calistri


Post simili

Ah come fuggi signor! Tic-tac! Corrono le lancette ritmiche, rette: oh! come fuggi signor! Tic-toc! E rifletto, rimesto, rovisto, ma oh! come vola il signor! Tac-tic! E r...
Piccoli desideri Come una campana che canta appena sfiorata, come una voce di uccelli vaganti, come una foglia, bella per un attimo prima di essere abbattuta dal vento...
In nave Come goccia di correttore sulla carta carbone sospesa tra il petrolio del cielo e l’inchiostro del mare avanza insolente lo yang nello yin condotto da...

Rispondi