La disillusione

Macchine ‘mpazzite, facce sgangherate
Che s’arincorono su ‘st’incrocio d’umanità
Perduta: e je tocca paga’ le rate
Ché so’ schiavi dâ vanità.

Io mî guardo… E svagheggio!
C’ho l’asfarto su ‘e radici
e ve faccio ombra sur parcheggio
Però… Vô ‘nzeppo de cicatrici.

E nun m’aspetto gnente, manco n’accortezza:
So’ solo ‘n poro pino, mica ‘n ulivo
La disillusione sarà la mia fortezza:
Guardo, scrivo, rido. Vivo.

Danilo Iannelli


Post simili

Sabotage Cresciuta con l’illusione di essere rotta, aspetti invano qualcuno che possa ripararti. Cerchi di capire chi sei inseguendo il tuo riflesso in occhi ...
L’eterna primavera di mia madre Ricordo ogni tuo gesto e parola svegliarci per non andare a scuola “c’è la neve!” dicevi – e amorevolmente ci sorridevi.Hai sempre lottato Per te per ...
Punto cavo Il mio torso è un albero secco Dove la paura bussa alla corteccia, Come un picchio fa col suo becco, Scava l'interno e mi fa breccia. Qualcosa s'appr...

Rispondi