Monumento alla Comunità Internazionale

Le guerre sanguinose che negli anni ’90 smantellarono la Jugoslavia sembrano oggi ormai un vecchio ricordo da studiare nei libri di scuola, ma i ricordi per chi le ha vissute rimangono ancora molto vividi.

Durante l’assedio di Sarajevo, durato dal 1992 al 1996, la popolazione della città necessitava disperatamente di alimenti vista l’applicazione dell’embargo, il blocco degli scambi commerciali deciso da uno o più stati nei confronti di un terzo, che non permetteva il rifornimento non solo di armi, ma anche di medicine e cibo. La Comunità Internazionale si mobilitò comunque per mandare, tramite 12 mila aerei, più di 160.000 tonnellate di cibo e medicinali.  

Quella che poteva sembrare inizialmente un’opera di generosità, purtroppo si trasformò presto per i cittadini in un incubo. Alcune delle scatolette di carne donate alla popolazione erano scadute da ormai più di vent’anni e originariamente destinate alla guerra in Vietnam. La cosa che forse lascia più sconcertati è che oltre alla completa non curanza delle scadenze, furono inviati aiuti alimentari a base di carne di maiale ad una città  prevalentemente a popolazione musulmana. Più comuni furono le distribuzioni delle scatolette ICAR alla carne di manzo che, sebbene non scadute e commestibili anche dalla popolazione musulmana, avevano secondo le testimonianze un sapore rivoltante. Persino gli animali si rifiutavano di mangiare alcuni degli alimenti mandati, e il fatto che persone, disperate e affamate, li abbiano consumati ci fa capire quanto la situazione ai tempi era disastrosa.  

Non poche furono le critiche di chi disse che comunque la Comunità Internazionale non era tenuta a mandare aiuti e che quindi i cittadini dovevano essere grati nonostante le varie problematiche. Proprio per questi motivi nel 2007 fu presentato a Sarajevo un monumento, disegnato da Nebojsa Seric Shoba, a forma di scatoletta ICAR, dedicato  ironicamente e amaramente alla Comunità Internazionale da parte dei “Grati cittadini di Sarajevo“.

Jovana Kuzman

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...