Un po’ di Curiosity su Marte

La scorsa settimana, la NASA ha condiviso con il mondo le più sensazionali e nitide immagini di Marte viste finora.
Ad inviarle, dopo quasi 2000 giorni totali di permanenza, è stato Curiosity, il più longevo rover della NASA.

nIx2KSDyQfr4aWYLV06uourxipL2Ag2A4kPrLGvSRwR5BmT9CW80iz0Th391PbJR8hZkrUOwJ8Xa_Nf1ic11jd1640dC5LK1kuQ1-c9Mt-00lWPBA1FIy0eKZP22RpAdJzhp5q--oTwXq5PrWA
Curiosity deve il suo nome alla dodicenne Clara Ma, dal Kansas, che durante il concorso indetto dalla NASA per trovargli il giusto soprannome propose “Curiosità”, dicendo che:

“La Curiosità è una fiamma eterna che brucia nella mente di ognuno di noi.
Mi fa alzare dal letto la mattina e chiedermi quali
sorprese la vita mi metterà davanti per quel giorno.
La curiosità è una forza così potente.
Senza di essa non sapremmo chi siamo noi oggi.”

Visti i risultati raggiunti dal rover, ad oggi si può affermare che probabilmente nessun nome sarebbe stato più adatto. È bello infatti pensare che sia stata la sua curiosità a farlo sopravvivere alle avversità incontrate in questi anni, prima fra tutte l’atterraggio, ricordato dalla NASA come i “Sette Minuti di Terrore”. A causa dei suoi 900 kg era infatti stato stimato che il classico metodo con airbag e ruote non avrebbe funzionato e quindi si optò per una serie di complicatissime manovre che misero a dura prova l’intera missione. Curiosity è costato 2,5 miliardi di dollari, le dimensioni da piccolo SUV gli consentono di avere al suo interno un mini-laboratorio scientifico, è stato progettato per riuscire a superare ostacoli “alti” fino a 65 cm e percorrere circa 200 metri al giorno. Il rover, è partito il 26 novembre 2011 da Cape Canaveral, è atterrato sul suolo del pianeta rosso il 6 agosto 2012, ed ha scattato (ed inviato alla Terra) un totale di circa 224mila foto.

image2(Credit: Karl Tate, SPACE.com)

Le ultime immagini ricevute dal Cratere Gale mostrano tutto il tragitto percorso fino ad adesso dal robot e sono a dir poco mozzafiato: i panorami, le montagne ed i colori sono quasi “terrestri”. Talmente belli che la NASA non si è accontentata di mostrarle come sono arrivate, ma le ha rese ancora migliori montando un video delle immagini che fornisce un’esperienza in prima persona del pianeta rosso. (https://www.nasa.gov/mission_pages/msl/videos/index.html)

image3

Ma quali sono gli obiettivi di Curiosity su Marte?
Principalmente due: il primo è scoprire se il pianeta rosso è o era ideale ad ospitare la vita. A differenza di come si potrebbe pensare, questo primo punto non si traduce automaticamente in un robot che cerca la vita vera e propria, quanto piuttosto in uno che analizza l’ambiente circostante per poter dedurre e valutare se ed in che modo è possibile la vita. Il secondo obiettivo invece è monitorare ciò che lo circonda, in termini di temperature, condizioni atmosferiche e radiazioni. Il rilevatore di radiazioni installato nella macchina, funziona per un quarto d’ora ogni ora captando radiazioni dal suolo e dall’atmosfera intorno. Nel 2013, dopo un anno dall’arrivo di Curiosity, gli scienziati dell’Agenzia Spaziale Americana hanno valutato che i livelli di radiazioni registrati fino a quel momento sarebbero stati sopportabili da un’ipotetica squadra in missione su Marte.

Tutt’altro che sorprendentemente Curiosity nel tempo ha acquisito una certa popolarità, sia nell’immaginario comune che all’atto pratico; il suo profilo Twitter infatti conta quasi 4 milioni di followers ed innumerevoli post a cadenza quasi giornaliera. Per rimanere aggiornati sulle avventure del rover quindi non resta che seguirlo @MarsCuriosity!

Mavi Massarin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...