Piccoli desideri

Come una campana che canta appena sfiorata,
come una voce di uccelli vaganti,
come una foglia, bella per un attimo
prima di essere abbattuta dal vento.
Dormono così, nascosti dentro di noi:
desideri piccoli, desideri passeggeri
che non significano quasi niente.
Batticuori improvvisi e rapidi; chi non ne ha?
Non si sa da dove vengono:
implorano una lacrima e un po’ di pietà.
Si siedono, meditano e come un ospite inopportuno
spariscono all’alba.
Piccoli desideri, discreti sogni
eterei come una nuvola
fragili come il fumo;
Inscrutabili sospiri delle nostre anime; chi non ne ha?

Paolo Palladino

Post simili

La fovea Il cristallino blu dell’Adriatico amatissimo, le riarse spighe al sole calante, l’intenso profumo della natia salsedine, la friabile roccia calcarea s...
Eri l’ombra del roseo ciliegio in estate Eri l'ombra del roseo ciliegio in estate E la brezza che ne muove i fiori, Eri l'affannato sospiro di sollievo Che risolve l'incubo di una notte, Eri ...
Volto       Mi alzo e mi guardo allo specchio. Ciò che vedo lo conosci anche tu – occhi, naso, labbra, un sorriso che sa scaldare le anim...

Rispondi