Padre Nostro

Come in un confessionale
mi metto in ginocchio accanto a te
per scontare il mio peccato originale.

Liberami Papà,
da questo sporco che macchia la pelle.
Puliscimi dai ricordi di bambina.
Scaccia l’uomo nero che abbracciò il mio corpo.

Infine,
vestimi di bianco
e conducimi verso Chi
non sono mai riuscita ad essere.

Cecilia Calistri


Post simili

Il locale irlandese Fra sette anni, il vecchio amico del liceo avrà il secondo figlio e la ragazza della cotta avuta verso il terzo starà brindando al suo posto fisso. F...
Punto cavo Il mio torso è un albero secco Dove la paura bussa alla corteccia, Come un picchio fa col suo becco, Scava l'interno e mi fa breccia. Qualcosa s'appr...
A mia madre Per tre mesi il suono delle sirene ha scandito la tua vita. Mi tenevi la mano mentre le bombe cadevano sulla città, stringendomi mi cantavi ninne nann...

Rispondi