Come in un confessionale
mi metto in ginocchio accanto a te
per scontare il mio peccato originale.

Liberami Papà,
da questo sporco che macchia la pelle.
Puliscimi dai ricordi di bambina.
Scaccia l’uomo nero che abbracciò il mio corpo.

Infine,
vestimi di bianco
e conducimi verso Chi
non sono mai riuscita ad essere.

Cecilia Calistri

Rispondi