La stanza dei ricordi

La stanza vuota
brilla di luce bianca,
pura.

La lascio alle mie spalle
senza rimpianti,
sorrido malinconicamente
andandomene.

L’ho svuotata di tutto,
chiudo la porta sapendo
di avere sempre
un caldo
rifugio.

Quattro mura
che contengono persone
le loro vite
i loro sentimenti
le loro essenze.

Una stanza bianca
dietro di me
non mi giro,
è dentro di me.

Mavi Massarin

Post simili

Il lago di Walden Il lago di Walden si esprime in un verde smeraldo, comunica con ghiaccio che scricchiola entusiasmo. Versi scritti su fogli di pensieri alla rinfusa, ...
Nella stagione che unisce Potessi far scorrere ancora le tue ciocche corvine tra le mie dita si scioglierebbero tra le lacrime come brina nella stagione che unisce tutto quello...
Vento sul silenzio Muovi i fili del Teatro Quando esso giace, Nel sonno degli esseri Che semina finta Vita, etereo aratro Delle vie d'inverno Mai senza pace, Torturi a s...

Rispondi