Sete

Toccandomi le viscere
riconosco la tua mano
che si poggia sul mio ventre.
E lo rende caldo.
E lo rende accogliente.

Ti porto a casa,
nella mia terra desolata,
nella mia terra accusata di siccità.
Ma tu mi piovi addosso.
E con te
i germogli
fioriscono.

Cecilia Calistri

Post simili

Danza con lei Ho staccato le piume dalle ali Dei nostri sogni in voloE le ho intinte nell'inchiostro nero Delle tue paranoie per scriverti Che il sole dimora Dietro...
Sirene Usai la marea come bussola, il marinaio come Luna. Scelsi la roccia più fertile dove spargere del sale. Naufragai su una terra maledetta, la travolsi ...
Il lago di Walden Il lago di Walden si esprime in un verde smeraldo, comunica con ghiaccio che scricchiola entusiasmo. Versi scritti su fogli di pensieri alla rinfusa, ...

Rispondi