Intervista a Francesco Munzi

 

Dal 29 settembre al 1 ottobre a Ferrara si è svolto il festival di Internazionale a Ferrara. Appuntamento annuale in cui Ferrara si trasforma nel più grande luogo di aggregazione culturale d’Italia, mettendo a disposizione i suoi spazi per ospitare incontri, proiezioni, concerti, eventi, workshop con personalità importanti del giornalismo e della cultura mondiale. In questo contesto ho avuto la fortuna di partecipare al workshop “Il linguaggio cinematografico”, tenuto da Francesco Munzi – regista di Saimir, Anime Nere, Assalto al cielo, tra gli altri -, che mi ha concesso questa breve intervista:

 

Secondo te com’è la situazione del cinema italiano, sia dal punto di vista qualitativo che dal punto di vista produttivo?

Francesco Munzi: Allora, è una domanda molto complicata a cui tendenzialmente non risponderei, perché ci sono tanti convegni che parlano del cinema italiano e a volte sono cose un po’ faticose e un po’ noiose, ma in generale posso dire che mi sembra che il cinema italiano si difenda mediamente molto bene. Ci sono dei registi importanti, dei film importanti in tutti i festival; si continua a sperimentare, nonostante la media scarsità di denaro investito. Mentre mi sembra più preoccupante la situazione degli esordi, di chi tenta di iniziare, perché i budget a disposizione, quelli che un tempo venivano forniti dal Ministero, sono sempre più bassi, quindi c’è un ricambio più piccolo. Mi hanno detto che l’80% dei film prodotti non riesce a raggiungere la sala proprio perché probabilmente hanno uno standard produttivo che è inferiore a quello accettabile.

 

Questa invece è una domanda che mi interessava farti, a proposito della critica cinematografica: come la intendi e anche tu come ti approcci, da regista affermato, alla critica?

F. Munzi: Io ho sempre letto il cinema, oltre che visto, mi interessa molto leggere libri di critica cinematografica, soprattutto quando sono organici, pensati, articolati, intelligenti. Ovviamente con la diffusione delle critiche online questo aspetto si è un po’ perso, perché ognuno può scrivere qualsiasi cosa, però in generale – per esempio applicata ai miei film – la critica giusta, anche non positiva, può aiutarmi a fare delle riflessioni. Credo che sia un ruolo importante in teoria. Purtroppo si è un po’ perso invece il valore della critica e anche credo che il pubblico consideri poco quello che legge sui giornali, questo probabilmente perché la recensione cinematografica non è più esatta, non restituisce bene il film che lo spettatore andrà a vedere. Poi in termini più accademici è anche interessante parlare di estetica cinematografica, però qua entriamo in un altro discorso che è più di studioso del cinema.

 

Il consiglio principale che daresti a chi aspira a diventare regista.

F. Munzi: Il principale per chi inizia è quello, intanto, di farsi un esame di coscienza per sapere se quella vocazione è reale, autentica e di rimboccarsi le maniche, per riuscire a realizzare un progetto, qualcosa che può essere il biglietto da visita e l’inizio di un percorso. Non appoggiarsi agli altri e non aspettare che arrivino chissà quali finanziamenti dall’alto – che comunque non arrivano – e quindi di prendere su di sé il carico di dover fare una cosa che poi alla fine è quello che fa il regista, anche quando poi riesce a fare i film. È quindi qualcosa di molto faticoso e che va gestito con le proprie mani.

 

Un commento al volo sul Festival di Internazionale.

F. Munzi: Penso che qui a Ferrara sono tre giorni meravigliosi in cui si parla di politica, c’è un’aggregazione che normalmente non si trova e l’affluenza soprattutto lascia pensare a un grande desiderio della gente di stare insieme, confrontarsi e di parlare.

 

L’intervista è presente anche sul nostro canale youtube.

Claudio Antonio De Angelis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...